[Daniele]: Pieve a Pitiana – Prato di Strada

[22 giugno 2019 – 2° giorno] Percorsi oggi: 26.7 Km, in totale 56.4 Km

Scendiamo il crinale attraverso boschi umidi e pieni di muschio verdissimo. Boschi che ci ricordano quelli visti l’anno scorso dopo il Monasteiro de Armenteira in Galizia.

22 giugno 2019

Partiamo alle 8.00 dopo il caffè gentilmente offerto di Giorgia che vive lì nella canonica coi suoi 3 figli.
Il cielo è coperto da nuvoloni neri e minaccia pioggia. Fin che rimane così, però, va bene perché copre dal sole. Saliamo per i boschi lungo una strada bianca inizialmente molto ripida. Man mano che si sale la pendenza si fa più dolce e si cammina agevolmente.
In qualche ora siamo a Vallombrosa a 1000m slm. Pieve a Pitiana si trova a 300m, siamo saliti parecchio.

L’arrivo a Vallombrosa

L’abbazia di Vallombrosa è qui da 1000 anni, è un luogo di pace abitato dai monaci benedettini. All’interno del chiostro c’è l’Antica Farmacia di Vallombrosa con i loro prodotti. Io vado per il cioccolato e le caramelle alle erbe, Valeria prende un cartolina che raffigura un dipinto che si trova nella chiesa.

Antica Farmacia dell’abbazia di Vallombrosa

Proseguiamo il cammino salendo fino ad arrivare a 1200m slm. Qualche scroscio di pioggia e qualche tuono ci accompagna durante questo scollinamento. Dietro una curva si apre una vallata, un nuovo ambiente. Scorgiamo degli abitati in lontananza. Scendiamo il crinale, attraverso boschi umidi e pieni di muschio verdissimo.
Boschi che ci ricordano quelli visti l’anno scorso dopo il Monasteiro de Armenteira in Galizia.
Passiamo così dalla Toscana all’Umbria, dalla provincia di Firenze a quella di Arezzo.

I boschi scendendo a valle

Arriviamo a valle, attraversiamo Montemignaio e facciamo una sosta. Continuiamo la discesa fino a Prato di Strada, vorremmo proseguire per Poppi ma inizia a piovere e sono già le 18.30, decidiamo di fermarci qui. Troviamo accoglienza presso le suore orsoline in questo minuscolo abitato di un centinaio di anime.
Stasera però c’è vita perché è la Festa della Ciliegia, sono tutti qui nella corte. Si suona il liscio, si griglia e si fa festa.

LEGGI IL DIARIO DI VALERIA DI QUESTA GIORNATA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...