[Daniele]: Prato di Strada – La Verna

[23 giugno 2019 – 3° giorno] Percorsi oggi: 28.9 Km, in totale 85.3 Km

Un ultimo ripido sentiero nei boschi ci porta al Santuario Francescano di La Verna. All’arrivo attraversiamo i chiostri e passiamo tra i numerosi turisti con l’aria di chi ha appena conquistato il K2

23 giugno 2019

Partiamo che son le 9.00 di una bella giornata di sole. Ci arrampichiamo su una prima collina sulla quale sorgono le rovine del castello di San Niccolò e il suo minuscolo borgo. Anche questo apparteneva ai Conti Guidi ma, pare fosse stato costruito dai longobardi in epoca precedente.
Camminiamo fino a Poppi su sterrati e sentieri in mezzo alla campagna toscana che assomiglia proprio a quella che tutti hanno in mente. Campi di grano, file di cipressi, poderi di pietra squadrati e colorati dai fiori.

La Via per Poppi

Poppi si vede da lontano perché sorge su un colle al centro della valle. Due torri si protendono al cielo, una quella del campanile, l’altra quella del castello dei Guidi che per 4 secoli sono stati i signori feudali della valle. Arriviamo in questo borgo medievale di pietra, legno e vicoli all’ora di pranzo. Seduti sotto un albero, con un panino e una bottiglia d’acqua fresca, ascoltiamo il silenzio.

Poppi, uno dei 50 borghi più belli d’Italia

Da questa prospettiva, la voglia di tornare a camminare sotto il sole scende a zero. Poi però bisogna andare. Torniamo sulle strade e camminiamo per vari km fino a quando la segnaletica ci indica un sentiero che sale nei boschi. Davanti all’imbocco c’è un cartello con scritto che è una strada privata con cani da guardiania sciolti per controllare le greggi. Non ce la sentiamo di passare di lì e deviamo per svariati km fino a Bibbiena.
Poi tutta salita fino a La Verna, 1100m slm. Un ultimo ripido sentiero nei boschi ci porta al monastero che vediamo in lontananza ergersi in cima ad una parete di roccia. All’arrivo attraversiamo i chiostri del santuario e passiamo tra i numerosi turisti con l’aria di chi ha appena conquistato il K2. Alloggiamo, ci ripuliamo dal sole e dal fango e aspettiamo la cena.

Santuario di La Verna visto dal sentiero

LEGGI IL DIARIO DI VALERIA DI QUESTA GIORNATA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...