La Via Ghibellina

La Via Ghibellina è selvaggia, stupenda e difficile. Ci passa poca gente, due camminatori a settimana. Qualche volta, arrivano escursionisti in gruppo.

La Via Ghibellina è una via storica non un tracciato inventato a tavolino. Le indagini storiografiche sono tutt’ora in corso soprattutto per stabilirne le origini. Epoca romana o precedente? Quello che è certo, invece, è l’esistenza di questa via in epoca medievale e della sua funzione di collegamento tra Firenze e i territori del Casentino dove innumerevoli erano i possedimenti dei Conti Guidi a presidiare colline e valli dall’interno delle mura dei loro castelli di pietra. Il quartier generale dei Guidi era Poppi a circa 60 Km da Firenze, due o tre giorni di viaggio a piedi probabilmente. La Via Ghibellina o dei Conti Guidi era conosciuta anche perché collegava Firenze all’abbazia di Vallombrosa che, durante il medioevo, continuò ad incrementare il proprio potere non solo spirituale ma anche politico-economico.
Ne parla anche l’Ariosto di Vallombrosa:

Vallombrosa
Così fu nominata una badia
Ricca e bella ne men religiosa
E cortese a chiunque vi venia,

Ariosto, “Orlando Furioso”, Canto XXII
Targa sull’Abbazia di Vallombrosa

L’importanza della Via Ghibellina è testimoniata anche dalla presenza, in epoca medievale, di numerose strutture per l’accoglienza di viandanti, mercanti e pellegrini: Spedale del Bigallo, Spedale del Convento di Santa Maria a Casignano, due ospitali a Rignano sull’Arno di cui uno dedicato a San Giacomo, quello di Vallombrosa ovviamente e, per finire, i due ospitali di Montemignaio e l’abbazia di Strumi.

La Via Ghibellina fu probabilmente percorsa anche da Dante Alighieri quando fu ospitato dai Conti Guidi , nel 1310, nel castello di Poppi. Ci restò quasi un anno e si dice che qui abbia composto il XXXIII canto dell’Inferno della Divina Commedia.

Castello di Poppi, monumento a Dante Alighieri

Non andrei oltre con le nozioni storiografiche. La Comunità Toscana “Il Pellegrino”, che si occupa della cura del percorso, ha collaborato con numerosi ricercatori per fare luce sulle origini di questa via e per inserirla all’interno di una cornice storica che le dia il valore che si merita. Le ricerche storiografiche e altre informazioni sul percorso posso essere trovate all’interno della GUIDA creata dalla Comunità Toscana “Il Pellegrino” il cui link è in fondo alla pagina.

VIA GHIBELLINA OGGI

Io e Valeria abbiamo percorso la Via Ghibellina nel giugno 2019. Siamo partiti da Firenze e siamo arrivati a La Verna dove poi abbiamo seguito la Via di Francesco fino ad Assisi.
La Via Ghibellina è perfettamente segnalata con frecce arancioni ed è impossibile perdersi. Abbiamo organizzato i pernottamenti grazie alla guida della Comunità Toscana il “Pellegrino” chiamando e mandando mail alle ospitalità qualche giorno prima.

La Via Ghibellina è segnalata perfettamente con frecce arancioni

Abbiamo percorso la Via Ghibellina in tre giorni sottovalutando i dislivelli che sono parecchio impegnativi. Poco dopo Firenze si è sugli Appennini e si procede, tra salite e discese costanti, per superare colli, passi e piccoli monti. Abbiamo camminato e faticato molto. Troppo. Il consiglio, per chi non è molto allenato, è di percorrerla in quattro comodi giorni.
E’ un percorso spettacolare. Usciti da Firenze, dopo aver costeggiato l’Arno, si inizia a salire per qualche chilometro su asfalto. Poi si entra nel bosco e ci si rimane. Stiamo parlando di Appennino e di Toscana e Umbria, luoghi tra i più belli d’Italia. I borghi poi… Poppi, Rignano, Bibbiena, Strada in Casentino e Vallombrosa. Che meraviglia! Una bellezza che vale tutta la fatica.

Splendidi boschi dopo Vallombrosa

La Via Ghibellina ha un problema: rischia di essere dimenticata, ha necessità di essere sostenuta, finanziata, curata adeguatamente. A livello istituzionale. A parte qualche associazione, che si da da fare in modo quasi volontario, e qualche ordine religioso, l’impressione è che non ci sia una governance. La Via Ghibellina è selvaggia e difficile e si regge sull’opera volontaria di pochi che non può durare per sempre. Nelle accoglienze in cui siamo stati, ci dicevano che all’incirca passano due camminatori a settimana. Qualche volta, arrivano escursionisti in gruppo. Forse anche questo è uno dei pregi di questo percorso, le solitudini. Purché non si trasformino in oblio. Serve che amministrazioni locali e istituzioni finanzino, valorizzino, comunichino e promuovano la Via Ghibellina!

LOCALITA’ E OSPITALITA’ SUL PERCORSO

Per il nostro cammino, abbiamo utilizzato le informazioni trovate sulla guida alla Via Ghibellina creata dalla Comunità Toscana “Il Pellegrino”, soprattutto queste due preziose tabelle:

Località sulla Via Ghibellina
Ospitalità sulla Via Ghibellina

TRACCE GPS

Abbiamo creato le tracce GPS del nostro percorso di 3 giorni sulla Via Ghibellina. Si trovano, linkate qui sotto, su Wikiloc.
Il consiglio è quello di dividere il cammino in 4 giorni, se non si è ben allenati, e portare con sé scorta d’acqua e cibo per la giornata.




I DIARI DI VIAGGIO

Come in ognuno dei nostri cammini, abbiamo tenuto un diario di viaggio. Questi i nostri racconti, giorno per giorno, sulla Via Ghibellina:

Diario di Daniele:

DIARIODATAAUTOREPARTENZAARRIVOKM FATTI
LEGGI21/06/2019DanieleFirenzePieve a Pitiana29.7
LEGGI22/06/2019DanielePieve a PitianaPrato di Strada26.7
LEGGI23/06/2019DanielePrato di StradaLa Verna28.9

Diario di Valeria:

DIARIODATAAUTOREPARTENZAARRIVOKM FATTI
LEGGI21/06/2019ValeriaFirenzePieve a Pitiana29.7
LEGGI22/06/2019ValeriaPieve a PitianaPrato di Strada26.7
LEGGI23/06/2019ValeriaPrato di StradaLa Verna28.9

GUIDA ALLA VIA GHIBELLINA

Qui sotto la guida alla Via Ghibellina comprensiva di indagini storiografiche e racconti storici. La guida è stata realizzata dalla Comunità Toscana “Il Pellegrino”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...