Daniele Ceddia

Al Cammino ho fatto ricorso spesso, ripercorrendolo per rigenerarmi, per rivivere sensazioni e scoprirne di nuove, per assaporare la libertà e la vita semplice. A volte l’ho percorso per ritrovare la speranza, altre perché era l’unica cosa da fare. Al Cammino devo moltissimo

Scrivere di sé è tanto appassionante quanto difficile, soprattutto quando ci si deve descrivere in poche parole. Per questo a volte aiutano i titoli. Sono un avvocato, un medico, un fotografo. Detto tutto. Ecco io, a parte che non possiedo nessuno di questi titoli, mi definisco semplicemente una persona.
La mia passione per il viaggio a piedi nasce dopo aver percorso il Cammino di Santiago per la prima volta. Era il 1999 ed avevo poco più che vent’anni. In questa occasione, assolutamente per caso, mi è capitato di unire la passione per il Viaggio, che ho sempre un po’ contrapposto alla parola Vacanza, a quella del camminare, attività che ho praticato per tanta della mia infanzia e adolescenza in montagna. Da bambino quando il mio papà mi portava in montagna, non sempre ero contento poi, però, questa cosa mi deve essere rimasta dentro. Il Cammino l’ho scoperto assolutamente per caso.

La mia prima Compostela, 25 giugno 1999

IL MIO PRIMO CAMMINO

Era estate, la scuola terminata, giravo l’Europa da solo, in Interail, con lo zaino in spalla e gli auricolari del walkman nelle orecchie. Quella sera alloggiavo a Valencia, in un ostello trovato sulla guida di Lonely Planet. Mi piacciono gli ostelli perché capita di conoscere persone. Così, chiaccherando con un altro ospite di viaggi, venni a conoscenza di questo percorso da fare a piedi tra valli, montagne e paesini rimasti bloccati nel tempo. Rimasi subito affascinato. Il giorno dopo, ignorando totalmente ciò a cui stavo andando incontro, presi  il mio zaino da 16kg e con il primo treno del mattino, raggiunsi Leon. Non sapevo nulla e non avevo nessuna aspettativa. Forse è per questo che ciò che mi diede questa esperienza, lo stupore, la scoperta, le persone conosciute, lo spirito, mi rimasero per sempre dentro. Credo che dopo questo viaggio, io sia cambiato parecchio e che molte scelte fatte in seguito siano state influenzate proprio da questa esperienza. Il mio sguardo sul mondo è diventato un altro.

Durante gli ultimi venti anni, il Cammino e lo spirito con cui lo intrapresi sono scorsi insieme alla vita di tutti i giorni, l’hanno accompagnata.
Al Cammino ho fatto ricorso spesso, ripercorrendolo per rigenerarmi, per rivivere sensazioni e scoprirne di nuove, per assaporare la libertà e la vita semplice. A volte l’ho percorso per ritrovare la speranza, altre perché era l’unica cosa da fare. Al Cammino devo moltissimo.

Camminare per me rappresenta l’essenza più profonda del viaggio, la via per rinnovare sé stessi, il modo per entrare in una dimensione di spazi e di tempi altra rispetto a quella della vita quotidiana, un luogo dove rimanere stupiti e abbandonare il giudizio, dove mettere ciò che si conosce tra parentesi per vivere intensamente nel qui ed ora. Quando cammino respiro.

Questi sono i lunghi cammini che ho percorso negli ultimi 20 anni e quelli che vorrei percorrere nei prossimi 10:

CAMMINI PERCORSI:

  • 1999 Giubileo, Cammino Francese (Leon – Santiago de Compostela)
  • 1999 Cammino di Finisterrae (Santiago de Compostela – Finisterrae)
  • 2000 Cammino Francese (Burgos – Santiago de Compostela)
  • 2005 Cammino Francese (SJPDP – Santiago de Compostela)
  • 2012 Cammino Francese (Burgos – Santiago de Compostela)
  • 2012 Cammino di Finisterrae (Santiago de Compostela – Finisterrae)
  • 2017 Cammino del Nord (Irun – Santiago de Compostela)
  • 2017 Cammino di Finisterrae (Santiago de Compostela – Muxia – Finisterrae)
  • 2017 Via Francigena (Lucca – Roma)
  • 2018 Via Serrana (Gibilterra – Siviglia)
  • 2018 Cammino non segnalato, viandanza (Siviglia – Lisbona)
  • 2018 Cammino Portoghese dell’interno (Lisbona – Porto)
  • 2018 Senda Litoral (Porto – Redondela)
  • 2018 Variante Espiritual (Redondela – Santiago de Compostela
  • 2018 Cammino di Finisterrae (Santiago de Compostela – Muxia – Finisterrae)
  • 2019 Via degli Dei (Bologna – Firenze)
  • 2019 Via Ghibellina (Firenze – La Verna)
  • 2019 Via di Francesco (La Verna – Assisi)

CAMMINO 2020:

  • In preparazione

WISH LIST:

  • Milano – Santiago de Compostela
  • Cammino degli 88 Templi di Shikoku
  • Gerusalemme – Roma – Santiago de Compostela
  • Appalachian Trail
  • Cammino dell’isola di Creta