[Daniele]: Bologna – Badolo (Sasso Marconi)

[16 giugno 2019 – 1° giorno] Percorsi oggi: 26 Km, in totale 26 Km

.Pare che le persone, di domenica mattina, siano tutte qui. C’è chi fa jogging, chi sale per la messa delle 9.00, chi dorme in un angolo, avvolto in qualche coperta di fortuna sopra cartoni o materassi raccattati chissà dove.
Gli archi del portico a fare da soffitto e riparo.
C’è il sole a San Luca e si sta bene

16 giugno 2019

La giornata inizia alle 6.30, mi alzo tentando di non svegliare i compagni di camerata, prendo tutte le mie cose e mi metto in corridoio a fare lo zaino. Faccio colazione in ostello insieme a una ventina di arbitri di Yu-Gi-Ho che anche loro alloggiano lì. Oggi a Bologna c’è una specie di campionato mondiale di questo gioco di carte. Mi avvio verso le 8.00. Attraverso i margini della città, c’è molto silenzio e quasi nessuno in giro a quest’ora. Cammino di fianco a graffiti bellissimi che mi accompagnano fino alla salita per San Luca. Dal punto in cui mi trovo al Santuario si cammina sotto un unico immenso porticato, il più lungo d’Europa e costruito per proteggere i pellegrini dalla pioggia. Le arcate sono 666 e rappresenterebbero il demonio, un serpente di colonne, archi e mattoni che la Madonna del santuario schiaccia con un piede sulla testa.

Pare che le persone, di domenica mattina, siano tutte qui. C’è chi fa jogging, chi sale per la messa delle 9.00, chi dorme in un angolo, avvolto in qualche coperta di fortuna sopra cartoni o materassi raccattati chissà dove. Gli archi del portico a fare da soffitto e riparo. 
C’è il sole a San Luca e si sta bene.

Il resto dei km sono quasi tutti nei boschi, lungo sentieri e strade bianche. Non si incontrano abitati a parte qualche fattoria. Il sole e le salite mi accompagnano per tutta la giornata.
Arrivo qui a Nova Arbora, un giardino botanico che offre anche ospitalità, un luogo molto bello. La sera ceno in un ristorante famoso fino a Bologna, l’Antica Hostaria della Rocca di Badolo dove si mangia benissimo e si ammirano splendidi tramonti.

C’è anche, seduto vicino a me, un famoso cantante pop, dei Lunapop, che però non saluto perché non ero sicuro fosse lui e poi non mi piace salutare i vip perché sono vip. 
Poi mi hanno confermato essere lui. Se ci fosse stata Valeria gli avrebbe subito chiesto l’autografo e di fare un selfie come ha fatto con Malgioglio. Lei è capace, io no 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...