[Valeria] La Verna – Pieve Santo Stefano

[24 giugno 2019 – 1° giorno] Percorsi oggi: 15.2 Km, in totale 15.2 Km

Uno degli spettacoli della natura più belli che ho potuto osservare sono stati i cespugli di ginestre di cui era disseminato soprattutto l’ultimo tratto del percorso.

24 giugno 2019

Oggi giorno di “relax”! Ho messo le virgolette perché per qualcuno questa parola significa poltrire sul divano tutto il giorno, mentre per me e Daniele significa camminare solo 15 km.
Il percorso di oggi si è svolto quasi tutto nel bosco, tranne qualche tratto in ampie distese collinari fiorite. Il sole, nonostante picchiasse, non ci ha disturbato poi così tanto perché, per l’appunto, gran parte del cammino è avvenuto al riparo delle vegetazione. Le salite sono state poche e non particolarmente faticose. Insomma: fosse sempre così, sarebbe veramente “una passeggiata“!

Via di Francesco

Dopo non molto che avanziamo, Daniele nota che i pini del bosco hanno il tronco annerito e ne deduce che deve essere avvenuto un incendio. Stacca un pezzo della corteccia e…sì, il legno è proprio carbonizzato. Fortunatamente il tratto di bosco “offeso” è piuttosto breve e, come osserva giustamente Dani, i tronchi sono neri solo per metà. A quanto pare, le guardie forestali e i vigili del fuoco di queste zone sono rapidi e solerti.

Uno degli spettacoli della natura più belli che ho potuto osservare sono stati i cespugli di ginestre di cui era disseminato soprattutto l’ultimo tratto del percorso. Il giallo è un colore che mi mette allegria e, non a caso, i miei fiori preferiti sono mimose e girasoli (oltre alla rosa, fiore per eccellenza). In realtà non sapevo che quelle macchie sgargianti fossero ginestre, me l’ha detto Daniele. Quando ha nominato il fiore mi è venuto in mente Leopardi e la sua ultima poesia, che gli ho “raccontato” in breve. Anche in questo ci completiamo: lui mi dà nozioni di botanica e informazioni pratiche, io gli trasmetto le mie conoscenze umanistiche. 
E dunque, dopo Ariosto e Dante, con Leopardi siamo a 3 capisaldi della letteratura italiana!

Cespugli di ginestra sulla Via

Verso le 14:30 arriviamo a Pieve Santo Stefano dove, finalmente, ci possiamo buttare sul letto per riposare. Alloggiamo nella casa di un signore, un edificio suggestivo del 1200 dal fascino bohémien. Forse troppo, nel senso che le stanze sono un po’ lasciare andare. 
La serata trascorre un poco sottotono perché siamo entrambi stanchi e il paese è decisamente morto. Già dal pomeriggio è tutto chiuso e facciamo fatica persino a trovare un ristorante che faccia servizio. Sarebbe stato molto bello visitare il “Piccolo Museo del diario“, per cui è famoso Pieve Santo Stefano ma, ahimè, fino al 6 luglio è chiuso. Meglio andare a letto, và.

LEGGI IL DIARIO DI DANIELE DI QUESTA GIORNATA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...