[Daniele]: Gubbio – Valfabbrica

[30 giugno 2019 – 7° giorno] Percorsi oggi: 36.2 Km, in totale 166.2 Km

Alle 11.30, 20km dopo Gubbio arrivo all’Eremo di San Pietro in Vigneto, un’accoglienza gestita dalla Confraternita di San Jacopo di Compostela. Io la chiamo Casa

30 giugno 2019

Mi sveglio alle 6.00, qui nel Convento Francescano di Gubbio c’è una cucina a disposizione, mi preparo un caffè. Faccio lo zaino in silenzio per non svegliare Valeria. Oggi rimarrà qui a Gubbio a visitare la città. Mi incammino. Non c’è quasi nessuno in giro, è domenica mattina.La tappa di oggi dicono essere molto dura e lunga. A me piacciono anche i percorsi lunghi che ti mettono alla prova e che diventano una sorta di sfida. Il passo diventa più deciso, mi focalizzo sull’obiettivo e non demordo fino ad averlo raggiunto. Sono fatto così.

Socchiudo il portone del Convento Francescano di Gubbio e mi avvio

Incontro tre vecchietti appena fuori Gubbio

– “Vai ad Assisi?”
– “Valfabbrica oggi”.
– “No, non ci arrivi a Valfabbrica”
– “Si si, arrivo a Valfabbrica”

Mi salutano molto dubbiosi e scettici. 
La mia determinazione, invece, aumenta ancora di più. Per le sfide ho una grande passione. Non avrei scelto di educare in psichiatria altrimenti e chissà quante altre cose non avrei fatto. Mi piacciono le cose complicate non ci posso fare niente.

La prima parte del percorso non è poi così difficile: qualche sali scendi e boschi ombreggiati. Alle 11.30, 20km dopo Gubbio arrivo all’Eremo di San Pietro in Vigneto, un’accoglienza gestita dalla Confraternita di San Jacopo di Compostela, la prima associazione in Italia che si è occupata di Cammini e che ne preserva lo spirito tradizionale. Il luogo è stupendo e, ad aver saputo prima dell’esistenza di questo posto, mi sarei fermato qui a dormire.
E’ uno dei luoghi da non perdere sulla Via di Francesco.

Eremo di San Pietro in Vigneto

Mi offrono pane e pomodoro, caffè e acqua. Mi intrattengo circa 1 ora a chiaccherare.  Riparto con in mente le parole di Luigi che ho incontrato qui. 

Chi si mette in cammino cerca qualcosa e chi cerca trova.
In cammino si trova proprio ciò che si sta cercando
“.

Arriva la parte difficile dopo il km 26: una lunga pista d’asfalto, senza d’ombra, lunga 6-7 km. Metto 3 strati di crema solare, uso tutta l’acqua per idratarmi e rinfrescarmi, faccio pausa appena trovo un metro quadrato d’ombra. È il deserto, un inferno di calore e sole. Supero una diga in costruzione, vedo in lontananza la discesa e l’ombra, mancano 4 km. È fatta.

Ore 14.30, asfalto, sole a picco e +37°C. Percepiti 42 o più. L’Inferno

Arrivo a Valfabbrica alle 16.00 circa, alloggio dalle Monache Cappuccine a donativo.  Dopo la doccia mi sento bene. Pizza e birra fresca in piazza, tornato al rifugio mi addormento in pace col mondo.

Pizzeria di Valfabbrica

LEGGI IL DIARIO DI VALERIA DI QUESTA GIORNATA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...